Le Caratteristiche

Le caratteristiche tenute in considerazione nella classificazione delle perle coltivate sono le seguenti:

Superficie

La qualità di una perla viene fissata a partire dall'osservazione delle particolarità di superficie della perla. Si considera particolarità di superficie qualsiasi alterazione visibile ad occhio nudo dello strato perlifero quale: punture, rughe, depositi, righe ed escrescenze. Più la perla è pulita, più è pregiata.

Lucentezza

È la combinazione di lucentezza e traslucidità. Una perla coltivata di qualità dovrebbe essere brillante, non opaca. La superficie della perla dev'essere in grado di riflettere le immagini. Una perla troppo bianca, opaca o gessosa è di bassa qualità.

Colore

Le perle coltivate hanno diversi colori dal bianco al rosato al nero. La preferenza del colore è un fatto soggettivo.

Dimensioni

Le perle coltivate vengono misurate in millimetri in base al diametro. Possono essere inferiori ad un millimetro, nel caso delle perle più piccole, o arrivare fino a 20 millimetri, nel caso delle grandi perle dei mari del Sud. A parità degli altri elementi, più grande è la perla e maggiore è il suo pregio.

Forma

Poiché le perle coltivate vengono prodotte da ostriche allo stato naturale, è rarissimo trovare un esemplare perfettamente sferico. Tuttavia, quanto più una perla è sferica, tanto più è pregiata.